Dubbi sulla Ibrida ..... e io ho una Ibrida

luctun

TCI Member
Registrato
21 Marzo 2016
Messaggi
37
Piaciuto
0
Località
Alba (CN)
Probabilmente se dalle auto smontassimo climatizzatori, tutti i sistemi di sicurezza assunti negli anni e i vari filtri anti inquinamento le auto consumerebbero il 20-25% in meno degli anni 80
Almeno credo

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
 

Deltaplano

TCI Advanced Member
Registrato
2 Febbraio 2016
Messaggi
183
Piaciuto
2
Località
Bologna
ci saranno sempre fan di ogni sistema da un lato e dall'altro, tuttavia mi sembra oggettivo che rifiutare l'ibrido (HSD Toyota) significa rifiutare l'evoluzione. Presumo che tanto tempo fa ci siano state discussioni analoghe nel passare dai cavalli al vapore e poi dal vapore al petrolio. Sono passati più di 100 anni dal ciclo otto ed è ora di accettare che esiste ed è disponibile un sistema migliore. E poi non si può nemmeno essere diffidenti visto che tale sistema esiste da oltre QUINDICI anni ed è sempre ai vertici della affidabilità qualitativa in tutte le classifiche!
tutto il resto è nostalgia e conservatorismo...
 

BigToyota

TCI Top Member
Registrato
17 Ottobre 2011
Messaggi
3,677
Piaciuto
46
Località
Foggia
ci saranno sempre fan di ogni sistema da un lato e dall'altro, tuttavia mi sembra oggettivo che rifiutare l'ibrido (HSD Toyota) significa rifiutare l'evoluzione. Presumo che tanto tempo fa ci siano state discussioni analoghe nel passare dai cavalli al vapore e poi dal vapore al petrolio. Sono passati più di 100 anni dal ciclo otto ed è ora di accettare che esiste ed è disponibile un sistema migliore. E poi non si può nemmeno essere diffidenti visto che tale sistema esiste da oltre QUINDICI anni ed è sempre ai vertici della affidabilità qualitativa in tutte le classifiche!
tutto il resto è nostalgia e conservatorismo...
e fascino...
 
Registrato
17 Settembre 2015
Messaggi
40
Piaciuto
1
Località
Genova
ci saranno sempre fan di ogni sistema da un lato e dall'altro, tuttavia mi sembra oggettivo che rifiutare l'ibrido (HSD Toyota) significa rifiutare l'evoluzione. Presumo che tanto tempo fa ci siano state discussioni analoghe nel passare dai cavalli al vapore e poi dal vapore al petrolio. Sono passati più di 100 anni dal ciclo otto ed è ora di accettare che esiste ed è disponibile un sistema migliore. E poi non si può nemmeno essere diffidenti visto che tale sistema esiste da oltre QUINDICI anni ed è sempre ai vertici della affidabilità qualitativa in tutte le classifiche!
tutto il resto è nostalgia e conservatorismo...
Non 15, ma 26 anni. La prima Prius é del 1990
...

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk
 

1966

TCI Advanced Member
Registrato
1 Aprile 2014
Messaggi
290
Piaciuto
1
Località
WEB
ho percorso oltre un milione di chilometri con automobili diesel, appena ho provato il sistema benzina-ibrido Toyota ed ho realizzato che i consumi non sarebbero stati così penalizzanti rispetto ad un diesel mi sono subito convinto e ne sono soddisfatto. l'assenza delle vibrazioni e rumorosità del diesel è veramente qualcosa di bello. sento che i fans delle tedesche asseriscono che le migliori saranno le ibride diesel, personalmente credo che saranno una cosa oscena. recentemente ho viaggiato sulla bmw diesel di un amico, seduto di fianco non provavo una sensazione di comfort, anzi ero stranamente infastidito, poi ho realizzato che non sopportavo più quel verso da trattore, per giunta ancor più seccante ad ogni semaforo per via dello start and stop. se davvero dovessero produrre dei diesel ibridi credo che ne uscirebbero dei mostri.
ho avuto, invece, il piacere di provare una Nissan Leaf 100% elettrica, piacere puro per la totale assenza di vibrazioni e rumori, peccato che la terra dei cachi sia il solito fanale di coda, guasto per giunta, e non abbia una rete decente di colonnine di ricarica.
 

Matteo92

TCI Top Member
Registrato
4 Novembre 2013
Messaggi
1,106
Piaciuto
5
Località
Verona
scusate la domanda... il rav ibrido.. io non lo acquisterei mai.. cosa serve avere un 2.5 197 cv se devo "stare attento" alla goccia di benzina che consumo?? il 2.5 circa 200cv non ha senso camminare risparmiando il km al lt... poi punti di vista.. :104230044
 

valium64

TCI Advanced Member
Registrato
22 Gennaio 2016
Messaggi
197
Piaciuto
1
Località
Marina di Massa
scusate la domanda... il rav ibrido.. io non lo acquisterei mai.. cosa serve avere un 2.5 197 cv se devo "stare attento" alla goccia di benzina che consumo?? il 2.5 circa 200cv non ha senso camminare risparmiando il km al lt... poi punti di vista.. :104230044
Bhe, chi lo ha già ad ora dice con una guida normale di stare tranquillamente in urbano ed extra urbano sopra i 20Km/l e poco sopra i 18Km/l in autostrada, quindi più che attenti mi sembra si tratti di guidare senza pestare come se si stesse guidando una F1 e senza preconcetti di sorta.
Per il discorso consumo-inquinamento invece bisognerebbe sempre e comunque tenerne conto, non tanto per il fattore economico quanto ecologico, e già rispettare i limiti e guidare in modo civile fa la sua buona parte in tal senso.
 

Deltaplano

TCI Advanced Member
Registrato
2 Febbraio 2016
Messaggi
183
Piaciuto
2
Località
Bologna
scusate la domanda... il rav ibrido.. io non lo acquisterei mai.. cosa serve avere un 2.5 197 cv se devo "stare attento" alla goccia di benzina che consumo?? il 2.5 circa 200cv non ha senso camminare risparmiando il km al lt... poi punti di vista.. :104230044
non devi stare attento e già consumi meno.
se poi ti va di stare attento, consumi molto meno.
il bello dell'ibrido è che ti spinge a "stare attento" per massimizzare il relativo aumento di comfort rispetto ad una pari vettura tradizionale.
 
Registrato
17 Settembre 2015
Messaggi
40
Piaciuto
1
Località
Genova
Bhe, chi lo ha già ad ora dice con una guida normale di stare tranquillamente in urbano ed extra urbano sopra i 20Km/l e poco sopra i 18Km/l in autostrada, quindi più che attenti mi sembra si tratti di guidare senza pestare come se si stesse guidando una F1 e senza preconcetti di sorta.
Per il discorso consumo-inquinamento invece bisognerebbe sempre e comunque tenerne conto, non tanto per il fattore economico quanto ecologico, e già rispettare i limiti e guidare in modo civile fa la sua buona parte in tal senso.
Anche perché con un fuoristrada, é difficile pestare. Il 2.5 del Rav é comodo perché robusto e con molta coppia. Non é fatto per correre, ma per pprtare avanti una massa non indifferente anche sulle salite piu ripide...avere un fuoristrada che fa i 18 km/l in autostrada é ancora inconcepibile al giorno d'oggi...

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk
 

valium64

TCI Advanced Member
Registrato
22 Gennaio 2016
Messaggi
197
Piaciuto
1
Località
Marina di Massa
Anche perché con un fuoristrada, é difficile pestare. Il 2.5 del Rav é comodo perché robusto e con molta coppia. Non é fatto per correre, ma per pprtare avanti una massa non indifferente anche sulle salite piu ripide...avere un fuoristrada che fa i 18 km/l in autostrada é ancora inconcepibile al giorno d'oggi...

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk
Come non essere d'accordo!
Di fatti gli AWD son veicoli concepiti per chi ha frequente necessità di guidare su terreni dalla scarsa aderenza, impegnativi dal punto di vista di trazione e che necessitano altezze da terra importanti per poter evitare o scavalcare ostacoli sporgenti e buche, che poi oramai le case abbiano fatto un così ottimo lavoro di marketing da averli fatti diventare all'occhio dell'opinione pubblica e dei comuni costumi veicoli da tutti i giorni è un altra cosa, ma a tutti gli effetti a causa di ingombri, ostacolo al traffico, consumi di carburante, pneumatici, freni e quant'altro, emissioni e costi manutentivi non sono mezzi adatti ad un utilizzo prettamente urbano, extraurbano asfaltato ed autostradale.

Certo, questo nuovo RAW4 Hybrid è un bel passo avanti in questo senso, ingombri a parte riduce drasticamente consumi, emissioni e perché no anche una parte di impatto acustico, ma a mio parere come tutti i SUV o fuoristrada puri dovrebbe avere un target d'utenza che faccia pochissima autostrada e soprattutto con frequente percorrenza in montagna sterrata o innevata.
 

Ivan66

TCI Advanced Member
Registrato
7 Settembre 2014
Messaggi
277
Piaciuto
0
Località
La Morra
Beh , l'abbiamo capito che qualcuno non può vivere senza un'ibrida ma a
questo mondo c'è anche gente con gusti ed abitudini diverse ....
inoltre voglio proprio vedere se riusciranno ad equipaggiare i mezzi pesanti
con tecnologie ibride , quando hanno provato a montare motori elettrici
sui cambi dei camion da usare come rallentatori molti di questi hanno causato
principi d'incendio .

Le Corsa degli anni 80 pesavano si solo 800Kg ma avevano ancora il carburatore ,
l'iniezione ha portato ad un deciso miglioramento sul rendimento .

Di scaraffoni il mondo ne è sempre stato pieno ed anche l'ibrido ha una mamma :smile:

Quindi qualcuno continuerà a vantare i pregi di una meccanica completamente
gestita dall'elettronica mentre altri continueranno ad essere scettici nel mettere
la propria vita in mano ad un elaboratore elettronico ( Computer per i profani del progresso)

In quanto alle normative per le emissioni quando finiranno di prendere la gente per i fondelli
forse si potrà fare un discorso serio , vengono imposte soglie di Co zolfo azoto e tutto quello
che fà a loro comodo ( senza minimamente considerare il Co2 ) in base alla cubatura di un
motore , il poveretto che si può permettere solo una 1.000cc può inquinare poco , il benestante
che si può pemettere un 3.000cc può inquinare tre volte tanto quindi se sei ricco puoi
inquinare molto di più .
Quando fisseranno delle soglie standard da rispettare da ogni genere di veicolo allora staranno
veramente pensando di combattere l'inquinamento e nella categoria dei veicoli includo anche
le migliaia di aerei che solcano i nostri cieli .
Al di fuori di questi parametri è ininfluente la diversità di emissioni tra un ibrido ed un veicolo
a propulsione tradizionale
 

valium64

TCI Advanced Member
Registrato
22 Gennaio 2016
Messaggi
197
Piaciuto
1
Località
Marina di Massa
Sotto un copia incolla di un mio post su un altro forum che frequento, essendo contenuti scritti da me non creo di violare nessun codice di condotta, mi limito a mettere descrizione e foto dei risultati epurando la parte finale dove descrivo tecnicamente la cosa.

Oggi sono veramente soddisfatto, velocità basse a causa della marea di turisti arrivati qui a Marina di Massa per il ponte di Pasqua
, però facendo 2 percorsi leggermente diversi con temperature sui 18/19°C con la Mia Auris HSD TS Lounge e montate ancora le Nokian WR D4 225/45 R17 i risultati ottenuti sono
a dir poco goderecci!



Primo pomeriggio, andata con 40 mt di dislivello a sfavore.

Velocità media 34 Km/h





Ritorno con 40 mt di dislivello a favore, ma un paio di mummie turiste alla guida di cassoni ingombranti che mi hanno rovinato 2 o 3 possibili lunghi glide in leggera discesa più 4 giri di semaforo di coda prima di passare quello centrale di Marina di Massa dove fortunatamente il SOC in eccesso che mi sono portato a casa dal rientro di un tocca e leva in collina mi ha salvato.

Velocità media 25 Km/h





La media giornaliera invece, inclusiva anche di una capatina intermedia ai 2 percorsi sopracitati in collina a prendere l'acqua alla fonte in modalità PWR e senza star a guardare ai consumi ma guidando sciolto è questa.


Sono ancora un novello e sto reimparando a guidare dopo 10 anni di 2.0 TD, macchina nuova ed ancora in rodaggio, allestimento wagon, pneumatici 225 da 17"...
Farli a macchina fredda con un Diesel o anche un 1.0 a benzina sono impensabili, e direi anche da calde ed a regime, e per assurdo l'elettrico in spinta non l'ho mai usato, anzi, dove sfruttato lo ho fatto solo per prolungare di molto le decelerazioni prelevando veramente pochissimi ampere dalla batteria ibrida.
 

valium64

TCI Advanced Member
Registrato
22 Gennaio 2016
Messaggi
197
Piaciuto
1
Località
Marina di Massa
...
inoltre voglio proprio vedere se riusciranno ad equipaggiare i mezzi pesanti
con tecnologie ibride , quando hanno provato a montare motori elettrici
sui cambi dei camion da usare come rallentatori molti di questi hanno causato
principi d'incendio...
Giusto per informazione, a londra stanno approntando la conversione degli autobus a 2 piani da termici a elettrici con ben 300 Km di autonomia, basta applicare le tecnologie giuste dopo aver fatto i vari studi ed il potenziale di un motore elettrico sarà sempre e comunque superiore a quello di uno termico.



...
Quindi qualcuno continuerà a vantare i pregi di una meccanica completamente
gestita dall'elettronica mentre altri continueranno ad essere scettici nel mettere
la propria vita in mano ad un elaboratore elettronico ( Computer per i profani del progresso)
...
De gustibus, ma il futuro della mobilità terrestre sarà comunque sempre più orientato a propulsioni non alimentate da carburanti fossili, quindi prima o poi anche i più reticenti dovranno rassegnarsi.

...
In quanto alle normative per le emissioni quando finiranno di prendere la gente per i fondelli
forse si potrà fare un discorso serio , vengono imposte soglie di Co zolfo azoto e tutto quello
che fà a loro comodo ( senza minimamente considerare il Co2 ) in base alla cubatura di un
motore , il poveretto che si può permettere solo una 1.000cc può inquinare poco , il benestante
che si può pemettere un 3.000cc può inquinare tre volte tanto quindi se sei ricco puoi
inquinare molto di più .
Quando fisseranno delle soglie standard da rispettare da ogni genere di veicolo allora staranno
veramente pensando di combattere l'inquinamento e nella categoria dei veicoli includo anche
le migliaia di aerei che solcano i nostri cieli .
Al di fuori di questi parametri è ininfluente la diversità di emissioni tra un ibrido ed un veicolo
a propulsione tradizionale
Come non darti ragione, perfettamente concorde, io di fatti limiterei la velocità dei mezzi a 130 Km/h con massimo 150 Km/h per brevi tempi limitati giusto per aver un po di spinta in più per i sorpassi autostradali, farei pagare dei mega-bolli e assicurazioni ai veicoli sopra una certa cilindrata o potenza, non li renderei deducibili ne in acquisto ne in detrazione e sovra tasserei le aziende produttrici per ogni mezzo fuori dai parametri, questo ovviamente dopo aver imposto dei cicli di omologazione seri e rigidissimi per tutti, e se sfori il mezzo non te lo faccio commercializzare come immatricolabile.
 
Registrato
17 Settembre 2015
Messaggi
40
Piaciuto
1
Località
Genova
Beh , l'abbiamo capito che qualcuno non può vivere senza un'ibrida ma a
questo mondo c'è anche gente con gusti ed abitudini diverse ....
inoltre voglio proprio vedere se riusciranno ad equipaggiare i mezzi pesanti
con tecnologie ibride , quando hanno provato a montare motori elettrici
sui cambi dei camion da usare come rallentatori molti di questi hanno causato
principi d'incendio .

Le Corsa degli anni 80 pesavano si solo 800Kg ma avevano ancora il carburatore ,
l'iniezione ha portato ad un deciso miglioramento sul rendimento .

Di scaraffoni il mondo ne è sempre stato pieno ed anche l'ibrido ha una mamma

Quindi qualcuno continuerà a vantare i pregi di una meccanica completamente
gestita dall'elettronica mentre altri continueranno ad essere scettici nel mettere
la propria vita in mano ad un elaboratore elettronico ( Computer per i profani del progresso)

In quanto alle normative per le emissioni quando finiranno di prendere la gente per i fondelli
forse si potrà fare un discorso serio , vengono imposte soglie di Co zolfo azoto e tutto quello
che fà a loro comodo ( senza minimamente considerare il Co2 ) in base alla cubatura di un
motore , il poveretto che si può permettere solo una 1.000cc può inquinare poco , il benestante
che si può pemettere un 3.000cc può inquinare tre volte tanto quindi se sei ricco puoi
inquinare molto di più .
Quando fisseranno delle soglie standard da rispettare da ogni genere di veicolo allora staranno
veramente pensando di combattere l'inquinamento e nella categoria dei veicoli includo anche
le migliaia di aerei che solcano i nostri cieli .
Al di fuori di questi parametri è ininfluente la diversità di emissioni tra un ibrido ed un veicolo
a propulsione tradizionale
Io sono pro ibrido, ma non significa che disdegno il passato.
I treni sono ormai tutti elettrici. Non vedo difficoltà nell'applicazione di motori elettrici su mezzi pesanti.
Negli anni 80 esisteva già l'iniezione, e anche elettronica. Molte citycar la montavano, ad esempio Fiat Uno e Ford Fiesta. In luogo del carburatore, fisicamente l'iniezione é precisa, economica e prestante. Se i consumi sono aumentati é solo per colpa degli ulteriori pesi imposti alle auto per la sicurezza e per il comfort, e delle normative ecologiche che questi nuovi motori devono sopportare. Difatti vorrei ricordare come le prime auto ad iniezione avevano obbligatoriamente il catalizzatore ed era imposto l'uso della benzina verde all'uopo della rossa (piu prestante e quindi con consumi minori), ed avevano difatti meno cavalli delle controparti a carburatore...
Evoluzione significa anche questo: essere in grado di progredire le vecchie tecnologie, fondendole con le nuove. Oggettivamente, da quando l'elettronica é entrata a far parte dei motori, tutto é migliorato: negli incidenti ci sono maggiori possibilita di sopravvivenza; chi non é un pilota é in grado di evitare bloccaggi a seguito di frenate, sbandate, sovrasterzi, sottosterzi, sonni improvvisi; servosterzo, climatizzatore, bluetooth collegato al telefono, alzavetri elettrici, navigatori, motori elettrici in città e cambi automatici trasformano completamente il modo di viaggiare e vivere la vita in auto (per chi in auto ci vive davvero, come ad esempio autisti, tassisti, camionisti e cosi via); i motori girano piu regolari, le diagnosi sono piu efficaci, ci sono prestazioni maggiori a parità di componenti proprio perché le tolleranze sono piu strette e tutto lavora con precisione...
Non disdegno il passato: la mia Escort dell'89, 1.4 a carburatore con doppio venturi asimmetrico, motore cvh basamento in ghisa e testa d'alluminio, camme in testa, mcpherson all'anteriore, interconnesso posteriore, no servosterzo, no clima, non può altro che regalarmi bei ricordi e qualche lacrima ancora oggi... ... ...ma questo in un giorno festivo. Per tutti gli altri giorni, viva la tecnologia (Toyota ovviamente)...

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk
 

luctun

TCI Member
Registrato
21 Marzo 2016
Messaggi
37
Piaciuto
0
Località
Alba (CN)
Perfetto :biggrin:
Che poi se facciamo una statistica di questo sono i danno causati dall'elettronica rispetto a quelli che l'elettronica stessa evita... penso che proprio non ci aiuta storia.
È vero che spesso i cambi di tecnologia, le cose nuove in genere, portano ad un gruppo di "esaltati" per cui ogni cosa al mondo d'improvviso debba cambiare ed adottare tale tecnologia.
D'altra parte chi sono altri, che preferiscono rimanere "integralisti" sul vecchio.
Nessuno dei due atteggiamenti è costruttivo.
Parlando del Rav4 ibrido.... da cosa leggo qui di svantaggio priori non riesco a vederne. Che poi in casa Toyota parlare di ibrido come di una tecnologia nuova o non matura....

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
 

MauroneRelax

TCI Advanced Member
Registrato
19 Gennaio 2015
Messaggi
119
Piaciuto
0
Località
Valle Trompia, Lombardia
voglio proprio vedere se riusciranno ad equipaggiare i mezzi pesanti
con tecnologie ibride , quando hanno provato a montare motori elettrici
sui cambi dei camion da usare come rallentatori molti di questi hanno causato
principi d'incendio .
Ciao Ivan, ci sono già riusciti a usare l'ibrido per i mezzi pesanti, ed anche sui treni da parecchio tempo.

Ti posto alcuni link, in inglese, dove ne parlano.

http://www.fleetsandfuels.com/fuels/hybrids/2013/03/allison-enters-hybrid-truck-market/


A San Francisco bus using the Allison Transmission hybrid system.
http://www.hybridcars.com/revenge-of-the-two-mode-hybrid/

https://en.m.wikipedia.org/wiki/Global_Hybrid_Cooperation
 

Deltaplano

TCI Advanced Member
Registrato
2 Febbraio 2016
Messaggi
183
Piaciuto
2
Località
Bologna
se non giriamo più a cavallo allora mi sa che gli "esaltati" stanno soprattutto dal lato dei nostalgici...
del resto lo abbiamo già detto mille volte, l'ibrido Toyota (inteso alla riduzione dei consumi e non all'aumento di potenza come negli aborti teutonici), o l'ev sono come la pillola rossa di matrix, per scoprire la realtà... ma si può sempre scegliere la pillola blu e restare nella confortevole illusione del medioevo, ove "non esiste evoluzione, ma solo una costante e sublime ricapitolazione " (cit.)
 
Ultima modifica:

BigToyota

TCI Top Member
Registrato
17 Ottobre 2011
Messaggi
3,677
Piaciuto
46
Località
Foggia
Non è questione di nostalgia o di scarsa attitudine ad accettare il cambiamento.
Probabilmente bisogna provarle queste auto (io un giorno l'ho fatto con una Auris) e inizare a capire quanto sia diversa...la diversità.
Lo scetticismo è d'obbligo perchè è un cambiamento epocale.
Un cambiamento totale di abitudini e comportamenti stradali, di guida, di tutto (per la vita di mobilità).

Insomma dopo tanti anni di carburante, pensare di essere trasportati da auto elettriche (che non è un vero cambiamento assoluto, basti pensare ai treni, ai carrelli elevatori, e a tanti altri mezzi di potenza mossi da elettrico) che uno è speranzoso di potercela fare, ad accettare un cambiamento. e pure con fiducia.
Dico con fiducia, perchè a mio avviso il limite mentale (per le elettriche ma non per l'ibrido, che grazie alla doppia unità di powertraining, bene o male ti porterà sempre a destinazione) è proprio quello di capire quanto è organizzato, al momento, il mondo dell'elettrico.
Lo so, l'ibrido è un'altra cosa.
Il limite mentale è questo: quello di avere un automobile che non faccia sentire il suo motore, come gruppo di potenza gestibile, ma essere trasportato da un silenziosissimo gruppo fatto di che?
Mica tutti conoscono l'ibrido.
Lode a Toyota che con perseveranza ha mantenuto fede al cambiamento che ha proposto; poteva succedere di tutto, anche che il mercato gli girasse le spalle.
Poi, in America, (e quello che succede la, dopo 20 anni succede qui) la Prius è diventata una quasi icona, perchè fa bella mostra di se rinfacciando che l'iqnuinamento del mondo è un po' la colpa di tutti, quindi pulito è bello...pulito è chic.
E detto tra noi, la Prius è una macchina che di per se è bruttina, però è un concentrato di scienza e modernità.

Quando presi l'ultima Yaris (tre mesi fa) il concessionario mi propose "in pompa magna" una ibrida a buon prezzo e buoni vantaggi, perchè qui nel sud Italia, l'ibrido è ancora visto come una sorta di proposta ingannevole, ma nò... forse è meglio dire senza confidenza e senza informazione.
Cercano clienti che muvano un po' questo mercato sconsociuto, quindi si intercettano buone proposte.

Io neanche la valutai, perchè ho un limite personale (e mentale) verso questo tipo di auto.
Sono un conscervatore (magari pure ignorante) e ancora mi auto-propongo: motori endotermici.

Ma il mio lavoro mi chiede di fare 100 km al giorno, ed io pensare di farli con una ibrida, non me la sono sentita.
Ho prefetito il nuovo 1.0 a benzina, anche perchè ormai questi nuovi diesel hanno rotto le scatole con la loro fragilità e i loro problemi di essere delle piccole centrali chimiche intasate tra fap, iniettori, egr e tutto il resto annesso e connesso.

Insomma il mondo si muove su trazioni diverse, Toyota lo sta facendo a ritmi di maratoneta, con costanza e fiducia.
Sono i primi ad offrire (che è un rischio importante) gamma di auto COMPLETE con questa trazione.
E' un rischio, perchè se il mercato non gradisce, le vendite (e l'interesse del brand) cala a dismisura.

Poi ci stanno provando anche altri, ma ormai, nel mondo, quando dici ibrido dici Toyota
E se uno dice: oggi voglio comprarmi una macchina ibrida, pensa a Toyota, almeno qui in Italia ed in Europa.

Questa è una potenza di immagine e di investimento di Toyota, e se il mondo si muoverà (come sembra, e fino a scoperte alternative) su ibrido (e anche su idrogeno Toyota con la Mirai è partita) mbè, ancora una volta Toyota, sarà stata la prima.

Il mondo compra Toyota, per 10.000.000 di pezzi all'anno...che se ci ragioniamo un po', equivalgono a 40.000 auto al giorno (su 250 giorni di media lavorativi) o se vogliamo per 8 ore...pari a 5.000 auto all'ora nel mondo.
O se vogliamo, ancora...84 auto al minuto...nel mondo!
Più di una al secondo!

Potenza Toyota.
 

luctun

TCI Member
Registrato
21 Marzo 2016
Messaggi
37
Piaciuto
0
Località
Alba (CN)
Io neanche la valutai, perchè ho un limite personale (e mentale) verso questo tipo di auto.
Sono un conscervatore (magari pure ignorante) e ancora mi auto-propongo: motori endotermici.
Però tu almeno lo riconosci e ne fai una questione di scelta personale. Rispettabile.
Ma sentire dire che non ne valga la pena perché non sicure, perché più problematiche eccetera.... mi pare veramente poco realistico.
Poi tutto il discorso che hai fatto su Toyota lo ritengo giusto. E sono felice che sia attecchito. Come nel caso di chiunque proponga cose innovative. Ora.... probabilmente non sono ben informato, ma mi pare che Renault stia facendo grossi sforzi nell'ambito dell'elettrico puro. Spero abbia gli stessi riscontri di Toyota nel campo sull'ibrido. Io di certo non sarò mai un pioniere nel mondo delle auto, non ho le competenze tecniche per fare una scelta ponderata... Ma se qualcuno propone qualcosa di "meglio", sono sempre pronto a dare fiducia quando viene raggiunta una certa maturità

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
 

BigToyota

TCI Top Member
Registrato
17 Ottobre 2011
Messaggi
3,677
Piaciuto
46
Località
Foggia
Però tu almeno lo riconosci e ne fai una questione di scelta personale. Rispettabile.
Ma sentire dire che non ne valga la pena perché non sicure, perché più problematiche eccetera.... mi pare veramente poco realistico.
Poi tutto il discorso che hai fatto su Toyota lo ritengo giusto. E sono felice che sia attecchito. Come nel caso di chiunque proponga cose innovative. Ora.... probabilmente non sono ben informato, ma mi pare che Renault stia facendo grossi sforzi nell'ambito dell'elettrico puro. Spero abbia gli stessi riscontri di Toyota nel campo sull'ibrido. Io di certo non sarò mai un pioniere nel mondo delle auto, non ho le competenze tecniche per fare una scelta ponderata... Ma se qualcuno propone qualcosa di "meglio", sono sempre pronto a dare fiducia quando viene raggiunta una certa maturità

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
Certo, ma sai non parliamo di 100-200€ di un telefonino o di un televisore, che male che va lo butti nel box e amen; parliamo di un acquisto della vita: l'auto.
Essere pionieri è un po' difficile (quando si devono staccare assegni da minimo 20.000€) allora come sempre accade, partono gli altri...e poi arriviamo noi.
Tanti erano scettici dei cambi automatici, dei motori piccoli (downsizing) dei tre cilindri, dei suv, delle station wagon, dei turbo e di tutto...ma parliamo di auto, dove la continuità è importante.

Toyota garantisce 10 anni l'ibrido proprio per dire: attenzione NOI siamo certi di quello che vi diamo.
Molti pensano che chi garantisce molto, invece, lo faccia per assumersi apriori colpe e difetti.
Questo succedeva quando arrivarono in Italia le prime auto giapponesi con tre anni di garanzia, quando noi ne avevamo solo uno (ci vuole l'età per ricordarlo) qui ed in tutta Europa:
Le prime Micra venivano viste come superagrantite perchè erano piene di difetti e non di certezze.
Insomma il cervello è una brutta bestia.
 
Alto