Problema consumo olio yaris 1000 del 2007 (benzina)

Registrato
23 Giugno 2019
Messaggi
54
Piaciuto
3
Età
48
Località
Castelnuovo Magra (SP)
AGGIORNAMENTO [bis con foto]
Allora ragazzi, un paio di settimane fa ho fatto il tagliando alla Yaris.
Ho messo un olio sintetico 5W-40 sintetico (Total Synthetic) + additivo Mannol 9990 Motor Doctor (a vedere questo additivo mi pare tale e quale il vecchio STP trattamento olio). Quantità: 2,8 lt olio + 350 ml additivo = 3,15 lt e il livello è andato 2mm sotto il max.
Naturalmente ho cambiato anche il filtro olio (Ashika).

OLIO + ADDITIVO.jpg

Poi ho cambiato le candele rimontando le Denso K20HR-U11 consigliate sul libretto uso e manutenzione.
Ricordo che al primo cambio candele, come suggerito da molti, avevo montato candele Denso grado termico 16, quindi leggermente più calde. Per la precisione avevo montato le Denso KH16TT (con elettrodi al nickel) consigliate per la Yaris con motore KR-FE persino sul sito della Denso.
Ecco come ho trovato le candele dopo circa 30k km (disposte proprio come sono disposti i cilindri):

CANDELE.jpg

Per quanto riguarda l'olio è un pò presto trarre conclusioni, tuttavia con l'additivo e il nuovo olio il motore sembra girare molto più soave e silenzioso. Dopo circa 600 km il livello non si è ancora mosso, ma per questo vi saprò ridire tra qualche migliaio di km.

Riguardo le candele confermo quelle che erano le mie impressioni: con le candele originali (Denso K20HR-U11) il motore va meglio, riprende ed allunga leggermente meglio. Quindi consiglio a tutti di NON seguire le indicazioni della Denso ma il libretto uso e manutenzione!
Ecco un confronto tra le due candele: le nuove sono arrivate con la distanza tra gli elettrodi già impostata a 1,1 mm come suggerito sul libretto.

CANDELE NEW.jpg

Ah, già che c'ero ho ispezionato questa famigerata valvola di sfiato del carter motore (PCV):

MOTORE 11.jpg

MOTORE 12.jpg

In realtà non c'è nessuna valvola, ho guardato con una lampada dentro quel foro e c'è solo un restringimento conico forellato. Ho provveduto a pulire lo sfiato spruzzando svitol e soffiandolo per scongiurare che fosse tappato.

Ora mia moglie ha superato i 100k km e la piccola si sta comportando molto bene.
Vi saprò dire tra qualche migliaio di km se è migliorato qualcosa riguardo il consumo d'olio.
 
Registrato
23 Giugno 2015
Messaggi
79
Piaciuto
6
Località
venezia
IMG_2393b.jpg
queste erano le mie originali (1.0 del 2008) dopo 60.000km, che dovrebbe essere l'intervallo consigliato di sostituzione.
non mi sembrano tanto meglio anche se sono del grado "giusto".
anzi ho qualche dubbio sul colore dell'elettrodo esterno. cosa dici?
le ho sostituire con le vkh20 al platino e iridio
 
Registrato
23 Giugno 2019
Messaggi
54
Piaciuto
3
Età
48
Località
Castelnuovo Magra (SP)
Ottimo!
Le tue candele mostrano una leggera usura degli elettrodi, come è normale che sia dopo 60k km, e un bel colore nocciola chiaro omogeneo sui tre cilindri.
Le candele che ho postato io (KH16TT) hanno percorso molti meno km, circa 30.000, per questo gli elettrodi sono meno usurati. Ho postato la foto in modo che se qualche esperto notasse una anomalia me la potesse segnalare; io noto che nei primi 2 cilindri (partendo da sinistra guarando il motore) il colore è scuro, il chè potrebbe indicare il consumo d'olio anomalo..., mentre l'ultima a destra è molto chiara, segno di carburazione magra. BOH!
Comunque confermo che con le candele originali grado 20 (K20HR-U11), il motore gira meglio e consuma meno.
In questi giorni abbiamo registrato consumi (di carburante) bassissimi, vicini ai 18-20 km/litro, con percorsi prevalentemente su strade extraurbane.
Non ho ancora riverificato il consumo d'olio. A breve Vi aggiorno se ci sono stati miglioramenti con il 5W-40+additivo.

Francesco95, interessante il fatto che hai montato le candele vkh20. Facci sapere se noti miglioramenti rispetto alle originali.
 
Registrato
12 Luglio 2007
Messaggi
10,078
Piaciuto
45
Località
Diano Marina
A mio parere, nella foto che hai postato, la candela più “normale” è la terza a destra che è quella che presenta il colore più corretto.

La prima e la seconda sono troppo scure, il che potrebbe essere dovuto a carburazione troppo grassa, ad un consumo eccessivo di olio motore o da un grado termico troppo freddo (ma non è il tuo caso perché hai scritto che queste candele presentano un grado termico più caldo rispetto alle originali).

Specialmente la prima a sinistra sembrerebbe indicare che in questo cilindro il consumo di olio sia piuttosto elevato (riscontrabile dalla lucentezza dell' isolante centrale).

C’ è però da considerare che un colore troppo scuro può anche essere dovuto da un uso continuo della vettura per brevi e ripetuti percorsi cittadini, dove il motore non riesce a raggiungere la corretta temperatura di esercizio.

La foto delle candele postata da Francesco 95 indicano invece un funzionamento del motore certamente più corretto.
 
Registrato
23 Giugno 2015
Messaggi
79
Piaciuto
6
Località
venezia
ho riguardato meglio i kilometraggi delle manutenzioni, con quelle candele (di primo equipaggiamento) ho fatto 68.500km. ora ho le platino-iridio dello stesso grado da quasi 30.000km. sinceramente non so se c'è stato qualche miglioramento prestazionale, direi che peggioramenti non ce ne sono stati, d'altra parte anche denso dichiara miglioramenti del 1-2% che è difficilmente percettibile. difficile vedere un miglioramento anche sui consumi, essendo l'auto usata da più persone e per percorsi diversi.
 
Registrato
23 Giugno 2019
Messaggi
54
Piaciuto
3
Età
48
Località
Castelnuovo Magra (SP)
A mio parere, nella foto che hai postato, la candela più “normale” è la terza a destra che è quella che presenta il colore più corretto.

La prima e la seconda sono troppo scure, il che potrebbe essere dovuto a carburazione troppo grassa, ad un consumo eccessivo di olio motore o da un grado termico troppo freddo (ma non è il tuo caso perché hai scritto che queste candele presentano un grado termico più caldo rispetto alle originali).

Specialmente la prima a sinistra sembrerebbe indicare che in questo cilindro il consumo di olio sia piuttosto elevato (riscontrabile dalla lucentezza dell' isolante centrale).

C’ è però da considerare che un colore troppo scuro può anche essere dovuto da un uso continuo della vettura per brevi e ripetuti percorsi cittadini, dove il motore non riesce a raggiungere la corretta temperatura di esercizio.

La foto delle candele postata da Francesco 95 indicano invece un funzionamento del motore certamente più corretto.
Grazie per le delucidazioni, non avevo notato la lucentezza dell'isolante del primo elettrodo.
In effetti grandi viaggi e lunghe tirate la nostra Yaris non ne fa (autostrada quasi mai) perciò il colore potrebbe essere dovuto ad un utilizzo su brevi tragitti, anche se questo non torna tanto con la prima candela a destra... che invece appare a mio avviso troppo chiara.
 
Registrato
23 Giugno 2019
Messaggi
54
Piaciuto
3
Età
48
Località
Castelnuovo Magra (SP)
ho riguardato meglio i kilometraggi delle manutenzioni, con quelle candele (di primo equipaggiamento) ho fatto 68.500km. ora ho le platino-iridio dello stesso grado da quasi 30.000km. sinceramente non so se c'è stato qualche miglioramento prestazionale, direi che peggioramenti non ce ne sono stati, d'altra parte anche denso dichiara miglioramenti del 1-2% che è difficilmente percettibile. difficile vedere un miglioramento anche sui consumi, essendo l'auto usata da più persone e per percorsi diversi.
Beh, certo, è difficile giudicare.
Del resto una candela difficilmente può migliorare sensibilmente il comportamento di un motore, soprattutto se monti già la gradazione termica giusta.
 
Registrato
12 Luglio 2007
Messaggi
10,078
Piaciuto
45
Località
Diano Marina
Grazie per le delucidazioni, non avevo notato la lucentezza dell'isolante del primo elettrodo.
In effetti grandi viaggi e lunghe tirate la nostra Yaris non ne fa (autostrada quasi mai) perciò il colore potrebbe essere dovuto ad un utilizzo su brevi tragitti, anche se questo non torna tanto con la prima candela a destra... che invece appare a mio avviso troppo chiara.
Qualche foto è sicuramente più esplicativa di 1000 parole:

https://www.denso-am.it/media/118251/p37_sp-manual-it.pdf

http://www.hondacb.net/forum/index.php?page=page2287
 

achi67

TCI Junior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
6
Piaciuto
1
Località
ROMA
Scusate, ma la valvola PCV (sicuramente presente nella versione 1.33 VVT del motore) è essenziale per garantire il corretto funzionamento del motore. Se malfunzionante, all'interno del basamento si creano delle sovrappressioni e l'olio viene spinto dove non dovrebbe... da qui il consumo eccessivo. Comunque, se volete capire come è messo il motore, rispetto alle guarnizioni e fasce, basta il semplice test di compressione che può eseguire qualunque meccanico con un minimo di attrezzatura. Se il test rileva che il motore ha perso compressione, anche solo da un cilindro, non c'è nulla da fare il consumo d'olio diventa inevitabile ed anche le performance e consumi peggiorano. Nei motori usurati, si può contenere il problema utilizzando olii con gradazioni maggiori, ad esempio 15W-40 o 20W-50.
 
Registrato
23 Giugno 2019
Messaggi
54
Piaciuto
3
Età
48
Località
Castelnuovo Magra (SP)
Concordo, la valvola di sfiato del carter motore (se presente) è molto importante. Esperienza fatta anche sulle moto.
Riguardo il consumo, come ho riportato alcuni post fa, ho messo un olio 5W-40 con l'additivo e per adesso, dopo circa 1200 km, il livello non si è mosso (sgratt sgratt...). La cosa che mi stupisce è che il motore ora, grazie anche al ritorno alle candele originali grado 20, sembra andare veramente come un gioiello, gira fluido silenzioso e più pronto in ripresa e i consumi di benzina si sono addirittura abbassati .......
Comunque è presto per tirare conclusioni... vi terrò aggiornati.
 
Registrato
23 Giugno 2019
Messaggi
54
Piaciuto
3
Età
48
Località
Castelnuovo Magra (SP)
Ciao Joy, percorsi circa 2000 km, per adesso il consumo d'olio è impercettibile, forse il livello è sceso di 1 mm, nella norma direi, quindi mi sembra ci sia stato un netto miglioramento. Le somme però preferisco tirarle a 10.000 km.:wink:
Però la piccola va come un gioiello, e consuma pochissimo... non ha mai consumato così poco... ora ho iniziato a monitorare i consumi. Vi farò sapere.
 

Joy

TCI Member
Registrato
23 Luglio 2019
Messaggi
30
Piaciuto
1
Età
43
Località
Pescara
Non usandola io personalmente, mi sono accorto "a naso" del consumo anomalo. Tra un tagliando e l'altro, dei rabbocchi sono stati fatti quasi sicuramente, ma se chiedo, non ricordano quanTo e QuanDo.

Ora che me ne sto occupando io:

[CONSUMI OLIO]
  • 11/2018 Tagliando con Castrol EDGE 5W30 FST Titanium (che dovrebbe essere un C3)
  • 04/2019 rabbocco di 400g e comincio a insospettirmi. Mi segno i KM: 151.000
  • 07/2019 l'asticella segna olio al minimo. Rabbocco fatto con un Valvoline 5W30 (non so quale) 1KG. Siamo a 154.700
Tirando le somme, ha mangiato 1Kg in 3700km
Siamo vicini al tagliando. Vediamo che succede:
  • 09/2019 Olio di nuovo al minimo. Servirà quindi all'incirca 1KG come l'ultima volta. Siamo a 156.800. Percorsi quindi 2.900Km di percorso esclusivamente cittadino, percorsi molto brevi.
  • 10/2019 é ora di cambiare olio (per lo scadere della data, non dei km)

[LA PORTO DAL MECCANICO]
  • Vorrei misurare la compressione per capire come stanno le fasce
  • Osservare le candele per vedere se riportano segni evidenti di una cattiva combustione
  • Fare un flush al motore
  • utilizzare come nuovo olio quello raccomandato da Toyota come base di partenza, per poi monitorare costantemente i consumi e da lì capire poi se è il caso di provare altri oli o di intervenire più seriamente.
[RESPONSO]
  • La compressione è buona (ma non mi ha indicato i valori, nonostante glie li avessi chiesti)
  • I valori tra i 3 cilindri sono abbastanza allineati (abbastanza quanto!? :rolleyes:)
  • Ho sostituito le candele (non l'avevo richiesto... vabè..). Ci ho rimesso le stesse che c'erano (quindi delle Bosch)

[LA QUESTIONE FLUSH]
Dato il chilometraggio e considerando i 2 rabbocchi con oli differenti, in occasione dell'imminente tagliando, faccio presente che vorrei fare anche un flush.
Giammai! Nella maniera più assoluta. Fortemente sconsigliato, anzi, più è vecchia l'auto, più è sconsigliato.
Sostanzialmente, sostiene che qualcosa potrebbe staccarsi entrare in circolo e depositarsi dove non dovrebbe, otturando qualcosa e impedendo il corretto passaggio dell'olio. In pratica una trombosi.


[LA QUESTIONE OLIO]
Che olio ci va nella Toyota Yaris? Una domanda banale, eppure... ma andiamo per ordine. Il meccanico non lo sa. "Adesso controlliamo sul computer!" In pratica l'oil selector della Motul (lui è rivenditore Motul e Mobil)

Decido di approfondire il discorso e riscontro che vari oil selector danno consigli diversi, seppur con una preferenza verso il C3. Ne elenco qualcuno:
  • l'8100 XClean+ 5W30 C3
  • Castrol: consiglia Magnatec Stop-Start 5W-30 A5
  • Mobil: non pervenuto
  • Shell: Helix Ultra Professional AG 5W-30 C
  • Ecc..

Non essendo ancora molto convinto, decido di chiedere a qualche meccanico in zona, tipo sondaggio. Più che risposte concrete ho ascoltato opinioni. Nessuna certezza, solo entropia.

Contattiamo allora TOYOTA ITALIA. Sono dati non in nostro possesso (nemmeno in mio... non essendoci scritto sul manuale d'uso e manutenzione!!) e mi liquidano con un "contatti il centro assistenza Toyota più vicino.

Contatto 3 centri, ponendo la stesso quesito. Nell'ordine:
  1. "Quello che è scritto sul manuale d'uso e manutenzione". Veramente ho esordito nella telefonata, dicendo che la contatto appunto perché questa informazione manca. "è scritto lì". Ok.. le credo.. facciamo conto allora che l'ho perso. Ora vuol dirmi che olio mettete? Risposta non pervenuta.
  2. "Mettiamo il 5W30". Ok, come le dicevo inizialmente mi interessava la specifica ACEA - Seguono attimi di silenzio - Seguono vari "non ho il libretto d'uso e manutenzione sotto mano" (ancora!!), "non ricordo", "provo a chiedere al collega" (seguito da altri attimi di imbarazzante silenzio. Guardi... la specifica.. Acea.. ha presente C2..C3..? Alla fine mi ha "mollato" un C2.. ma l'impressione è stata un po quella di testa o croce.
  3. (the winner!) "noi mettiamo il 10W40" A3 B4
In un centro autorizzato, dovrebbero saperlo. Mi pare utilizzino tra l'altro proprio Olio Toyota, anche se forse non sono obbligati. Nuova idea: andiamo a vedere le caratteristiche dell'olio Toyota!!

Sorpresa: Il 5W30 C3 non esiste. O meglio, esiste, ma con specifiche ww1 e ww2, per i motori diesel insomma.
Per i benzina hanno:
  • il FUEL ECONOMY - ACEA A5/B5, API SL-CF
  • il PREMIUM FUEL ECONOMY - 5W30 ACEA C2 API SN

toyota-fuel-economy-5w30-5l-toy5w30.jpg premium.jpg

Se il C3 non esiste, possiamo almeno concludere, che Toyota non monta sicuramente un C3. Semmai un C2.
L'impressione che ho avuto inoltre, è che gli oli Acea C stanno andando a sostituire gli oli Acea A/B.
E in effetti, in quanto a HTHS (coefficiente di taglio forse rende meglio l'idea) ci siamo.
In merito invece al basso contenuto di ceneri, pur in assenza di un filtro anti particolato, non credo sia deleterio.

Infine, mi sono imbattuto in (credo) l'unico olio "Toyota Compliant": Il Mannol 7709 5W30 C2
con un rassicurante for TOYOTA/LEXUS in etichetta. Ho deciso di provarlo. Vedremo come andranno in consumi d'olio.


LA SOTTO-QUESTIONE OLIO C2-C3
Ho sentito e letto tutto e il contrario di tutto. Chi sostiene che si possono tranquillamente invertire, chi invece guai a farlo!!
Vado per deduzione logica: un motore che da progetto richiede un C3, avrà delle tolleranze che richiedono appunto un olio in grado di sopportare un determinato stress, avente quindi coefficiente di taglio >3,5 . In tal caso, mettendo un C2 al posto di un C3 l'olio non sarà all'altezza della situazione. In soldoni, in condizioni critiche il film si rompe e i metalli si toccano: non è bello!

Sostituire invece un C2 con un C3... da questo punto di vista, male non dovrebbe fare. Maggiore protezione, maggiori resistenza dell'olio e quindi attriti, differenza impercettibile credo nella guida, un po di differenza (alla lunga) nei consumi, ma DANNOSO non credo. Mio parere. Altri urlano al sacrilegio e alcuni costruttori lo indicano specificatamente anche sui libretti di uso e manutenzione.

INFINE, SICCOME L'ENTROPIA ERA POCA..
Vedo che ci sono anche oli 5W30 per così dire "ibridi", che hanno entrambe le specifiche C2/C3, promettendo quindi alta protezione e bassi (attriti) consumi. Come ad esempio il Motul 8100 X-CLEAN EFE 5W-30



Andando a vedere le specifiche tecniche, in effetti ha un HTHS pari a 3,5. Quindi a cavallo tra un C2 e un C3.


 
Ultima modifica:
Registrato
12 Luglio 2007
Messaggi
10,078
Piaciuto
45
Località
Diano Marina
Per completare il tuo post:

l’ olio sintetico SAE 5W-30 distribuito da Toyota ai concessionari per i suoi Diesel e benzina è sempre stato un ACEA C2, che si avvale della specifica “fuel economy”.

Solo da quando ha adottato per alcuni modelli i Diesel BMW, ma solamente per questi motori, ha prescritto un SAE 5W-30 ACEA C3 (come utilizzato dalla BMW), che, considerato un HTHS uguale o maggiore a 3,5, non è più un “fuel Economy”.

Per i motori a benzina, più recentemente, ha invece prescritto uno 0W-20, molto probabilmente con l' intento di diminuire ulteriormente gli attriti, quindi i consumi e conseguentemente le emissioni di CO2.

Ti indico sotto il link alle specifiche ACEA ufficiali:

https://www.acea.be/uploads/publications/2012_ACEA_Oil_Sequences.pdf

Aggiungo che anche la Mobil produce un olio SAE 5W-30 con specifica ACEA C2/C3:

https://www.mobil1.it/prodotti/esp-5w-30.aspx?tabs=specifiche#tabs

Una considerazione del tutto personale:

considerato che un ACEA C2 deve avere un HTHS uguale o superiore a 2,9 mentre un ACEA C3 uguale o superioe a 3,5, allora un C2 può “comprendere” anche la specifica C3 perché in teoria l’ HTHS può anche essere superiore ai 3,5 mentre in un C3 l’ HTHS invece non può essere inferiore a 3,5.

Se ne dovrebbe quindi dedurre che gli oli con la doppia specifica C2/C3, per soddisfare ambedue le specifiche, debbano presentare un HTHS uguale o maggiore a 3,5.
 

Joy

TCI Member
Registrato
23 Luglio 2019
Messaggi
30
Piaciuto
1
Età
43
Località
Pescara
Vero, quella W lascia intendere un riferimento proprio ai motori diesel BMW.

Aggiungo inoltre che, a differenza di tanti altri costruttori, Toyota non ha una sua specifica (come ad esempio VW xxx.xx per il gruppo VAS, VCC Volvo, MB Mercedes, PSA Citroen/Peujeot, ecc..). Tali specifiche costruttore, si basano comunque sui test ACEA (e spesso anche API), ed è quindi abbastanza facile associare le specifiche delle diverse case madri a quelle degli istituti.

Pubblico questa tabella a conferma della nostra opinione comune circa "è sempre stato un ACEA C2" :smile:

olio-motore-acea-vw-ford-fiat.jpg


Non condivido invece la tua teoria per la quale il C2 può comprendere il C3.
Vero che il C2 deve avere un HTHS maggiore di 2.9. Ma ciò sta ad indicare che deve avere un valore minimo/non inferiore a 2.9 (altrimenti non passerebbe i test) e un po' maggiore va bene anche. Se l'HTHS fosse maggiore di 3,5 verrebbe automaticamente classificato come C3 :smile:

L'intento di ACEA era probabilmente quello di avere un olio C2 con coefficiente 3, (stabilendo come 2.9 valore minimo imprescindibile) e un olio C3 con coefficiente 4 (tabilendo come 3,5 valore minimo imprescindibile) e margini di tolleranza de 20%

Mentre il Motul, così come il Mobil da te citato, hanno entrambi HTHS 3,5. Si pongono quindi esattamente sulla linea di confine tra le 2 specifiche. Si sono inventato un ACEA 2 e mezzo :biggrin:

Per quanto riguarda lo 0W20
Lo 0W20 che si sente nominare ultimamente è "figlio" delle nuovissime specifiche ACEA 2016 (quella che hai linkato tu è la "vecchia" del 2012) ratificata in dicembre. Quindi recentissima. La specifica in questione è C5 che prevede un HTHS minimo di 2.6
(secondo la tua precedente teoria quindi, C5 dovrebbe comprender C2 e C3 :tongue:)
Si, l'intento (prendendo in considerazione solo l'HTHS) è quello. Meno resistenza, minori consumi, meno inquinamento, ecc. ma torniamo sempre lì. Il motore deve essere progettato da principio per avere quelle tolleranze che vogliono poi quell'olio.
Dubito che Toyota a inizio 2000 abbia progettato un motore per un olio che non esisteva :smile:

Quello che più mi lascia perplesso è la gradazione SAE, la quale si basa su parametri di riferimento come posizione geografica e relative temperature . Un C5 (almeno per il momento) può essere solo un 5W20 o uno 0W20. E Con il 30 già ci si sta "strettini" visto che è indicato come adatto fino ai 35°C. Non vedo ancora nessuno schema SAE indicante 0W20 o 5W20.

sae.gif
 
Registrato
23 Giugno 2019
Messaggi
54
Piaciuto
3
Età
48
Località
Castelnuovo Magra (SP)
Ciao ragazzi, innanzitutto complimenti per gli approfondimenti, davvero molto tecnici.
Joy, ottimo lavoro di monitoraggio. Scusa, che gradazione di candele Bosch monti? Mi sto convincendo che è molto importante...
Per quanto riguarda la nostra Yaris, vi aggiornerò appena avrò dati più interessanti.

Comunque, se posso dirvi la mia, come conferma la tabella postata sopra da Joy, gli olii classificati ACEA C1, C2 o C3 sono gli olii cosiddetti Low (o Mid) Saps, cioè a basso rilascio di ceneri, adatti ai motori Diesel muniti di filtro antiparticolato (DPF o FAP)!!!
Il basso rilascio di ceneri serve appunto per intasare il meno possibile il filtro antiparticolato a causa della immancabile combustione di una piccola parte di olio.
Avendo avuto un'auto diesel Euro4 ed ora avendone una Euro5 entrambe dotate di DPF, questo lo so bene.
Si tratta quindi di una classificazione che esula completamente dalle performances di lubrificazione degli olii.
Nei motori a benzina la classificazione che conta è ACEA A-B e la API S. Poi, può essere che nei motori più recenti a benzina possa essere richiesto uno di questi oli per risparmiare il catalizzatore...

Quella che segue è la pagina del libretto dove Toyota consiglia gli olii motore per la Yaris; come vedete è contemplato persino un 20W-50 , in base alle temperature del luogo dove si vive. Il 5W 30 è il preferito perchè copre un range molto ampio verso le basse temp.
E poi si suggeriscono oli classificati almeno API SL-SM.

Olio Motore Yaris 2007.jpg

L'olio Total Synthetic che ho messo nella Yaris è un 5W-40 API SN-CF, ACEA A3-B4, quindi per quanto mi riguarda rientra tra gli olii utilizzabili ed ha una classificazione API addirittura superiore a quelle minime richieste.
Per adesso mi ha trasmesso ottime impressioni... motore fluido e silenzioso e consumi ridottissimi.

Il MANNOL lo uso sulle moto (gradazione 10W-60 sintetico) e in alcune macchine agricole/da giardinaggio ed è un olio con eccellente rapporto qualità prezzo, come risulta da alcuni test fatti da alcuni enti tedeschi.
 
Ultima modifica:

Joy

TCI Member
Registrato
23 Luglio 2019
Messaggi
30
Piaciuto
1
Età
43
Località
Pescara
Quella del libretto è una banale indicazione al grado SAE, che riguarda appunto il range di temperatura, la quale ti dice che puoi praticamente mettere tutto. Anzi, stando alla sola specifica SAE, puoi anche non guardarle le indicazioni: compri un 10W60 e va bene su tutto :biggrin: 30 anni fa si guardavano solo quelle specifiche. Da allora oli, requisiti (e anche i consumatori) si sono evoluti.

Inizialmente gli Acea C (con la revisione 2012) furono partoriti proprio come dici, per l'evoluzione dei tempi e per il mercato che li richiedeva, per via dei FAP e DPF. Il classico 10W40 non andava più bene, sporcava troppo ed era ormai obsoleto. A parte questo, non sono oli esclusivi per il mondo diesel, bensì più moderni.

L'impressione è che stiano soppiantando piano piano gli Acea A.
La specifica A1/B1 è stata abolita. Oli A5/B5 vedo che a volte te li tirano dietro, quasi fossero rimanenze di magazzino (il 5W30 FE A5/B5 originale Toyota l'ho trovato a 6€/litro) mentre i C vedo che sono molto diffusi.

La classifica API lascia invece il tempo che trova. In pratica è un voto assegnato con una lettera.
Mi sorprende che la senti più fluida, silenziosa e addirittura con consumi ridotti.
Mi ero ripromesso di documentarmi sull'additivo che hai utilizzato, ora vado a vedere :smile:
 

Joy

TCI Member
Registrato
23 Luglio 2019
Messaggi
30
Piaciuto
1
Età
43
Località
Pescara
Joy, ottimo lavoro di monitoraggio. Scusa, che gradazione di candele Bosch monti? Mi sto convincendo che è molto importante...
CANDELE
"ti ho rimesso quelle che avevi". Non ho avuto modo di controllare e spero si riferisse solo alla marca, perché quelle tolte, sono delle NGK R LFR6B mentre sul sito NGK per la Yaris 1.0 indicano le LFR6C-11. Stesse dimensioni e resistenza, ma cambia la distanza tra gli elettrodi (0,9 contro 1,1).

Queste le candele rimosse. Percorsi circa 37.000Km in 4 anni. L'auto è stata acquistata usata e temo fossero candele NON nuove al momento dell'acquisto. Difficile a dirsi quindi quanti Km hanno lavorato effettivamente. Allego qualche foto di seguito, ogni commento è gradito.

IMG_20191004_190647.jpg


IMG_20191004_190729.jpg IMG_20191004_190802.jpg
 
Alto