Tutorial Come scaldare il motore

Waller

TCI Top Member
Registrato
12 Giugno 2007
Messaggi
1,392
Piaciuto
4
Località
Gorizia
Se ne è già discusso in molte parti, ma visto che questa richiesta rimane un "must", ecco spiegato il come ed il perchè... :wink_smil

La vita di un motore dipende, più che dalle modalità di uso, dalle temperature di esercizio, dal mumero di avviamenti effettuati e dagli intervalli di tempo fra le accensioni.
Un motore avviato di rado o che non raggiunge la temperatura di esercizio corretta si usura prematuramente.
Logicamente, la situazione ideale per ogni motore sarebbe la messa in moto, una bella percorrenza lunga e con un carico costante e poi lo spegnimento, cosa che purtroppo si discosta (e spesso anche di parecchio) dalle nostre reali condizioni di utilizzo.
Il nostro motore, in ogni caso, per durare a lungo avrà bisogno di raggiungere la temperatura di esercizio in modo rapido ed uniforme. Quindi i vari organi del motore devono essere portati alla temperatura “giusta” evitando che alcune parti si surriscaldino ed altre rimangano fredde. Se questo si verificasse, tutti i “giochi” formati dalle tolleranze dei vari organi assumerebbero valori sballati. Il compito di distribuire questo calore spetta ai fluidi che circolano all’interno del nostro motore, vale a dire il liquido di raffreddamento e l’olio, che devono asportare il calore dalle zona ad alte temperature distribuendolo equamente lungo tutto il circuito.
Se facciamo scaldare il motore lasciandolo girare al minimo, la pompa dell’acqua girerà troppo lentamente per trasferire in modo rapido ed uniforme questo calore, quindi sarà opportuno mettersi il più velocemente possibile in marcia dopo la messa in moto, senza “strapazzare” il motore ma mantenendo un regime prossimo ai 2000 giri, compatibilmente con le condizioni del traffico, usando le marce alte in modo che il motore giri più fluido possibile, evitando accelerazioni improvvise.
Anche la lubrificazione, lasciando il motore al minimo, avrà i suoi problemi: il basso regime di rotazione della pompa dell’olio in questo caso risente anche della viscosità dello stesso, che naturalmente tende ad aumentare a freddo. Questo per di più tende a far aprire la valvola che limita la pressione dell’olio che rimanda quindi gran parte del lubrificante direttamente in coppa. In questo modo il calore verrà asportato con difficoltà dalle parti più calde del motore.
Questo modo di scaldare il motore è corretto per tutti i tipi di motore, due o quattro tempi, diesel e benzina, turbo ed aspirato.
 
Alto