Additivi ceramici per olio motore

Registrato
5 Settembre 2017
Messaggi
22
Piaciuto
0
Età
31
Località
PAVIA
Salve a tutti, qualcuno ha mai usato additivi ceramici nell olio del motore di un ibrida? io l'ho usato varie volte su diverse diesel e in effetti ho sempre riscontrato una fluidità di marcia superiore in rilascio, piu prontezza in accelerazione e consumi di 1,5km al litro in più.... non credo ci siano problemi visto che si possono usare con qualsiasi motore, ma non avendo mai avuto un ibrida non vorrei far casini...
 

BigToyota

TCI Top Member
Registrato
17 Ottobre 2011
Messaggi
3,674
Piaciuto
42
Località
Foggia
Ci sono due mondi di pensiero diversi.
Chi ci crede e chi no!

La tecnica della lubrificazione del motore accetta solo l'olio normale; perché le rugosità delle canne dei cilindri, la pompabilità, i canali dell'olio e tutto è calibrato e progettato benissimo per un tipo do olio "non adulterato" da additivi.

Un additivo cosa fa?
Un ceramico e la nanotecnologia di cui si pregia di valere, alla fine può andare a "chiudere " quelle rugosità ingegneristiche (reticolo) al punto di far diventare più "liscia" una canna.
E' un bene?

ASSOLUTAMENTE NO, perchè le creste di questo reticolo hanno un compito importante che è quello di intrappolare l'olio senza farlo scendere per far riscorrere le fasce su pellicole/film/meato di olio.
Vedi foto all'interno della canna. Quel reticolo è un risultato di alta ingegneria e complesso da ottenere

Troppo liscia, una canna, tende a grippare.
L'olio deve essere "trattenuto" e non deve scorrere via su piste ceramiche!


 
Ultima modifica:

BigToyota

TCI Top Member
Registrato
17 Ottobre 2011
Messaggi
3,674
Piaciuto
42
Località
Foggia
Quel reticolo levigato a rombo, all'interno della canna cilindro è la vita del motore, la strategica condizione di lubrificazione.
Mai perdere quella condizione di reticolo (che è fatta con diamanti aventi una grana specifca ed una struttura micrometrica di alta ingegneria).
Quel reticolo viene misurato coi microscopi di officina super precisi; un additivo ceramico può modificarne la struttura.
La nanotecnologia seppur minima è "spessore".


Io dico di no agli additivi per olio.
La tecnica la pensa come me...:smile:
 
Ultima modifica:
Registrato
12 Luglio 2007
Messaggi
10,060
Piaciuto
39
Località
Diano Marina
Aggiungo a quanto scritto da Big, prendendo però in considerazione i motori Diesel:

l’ introduzione dei filtri antiparticolato (DPF, FAP) ha costretto i fabbricanti di motori all’ impiego di oli motore di nuova concezione, privi di usuali additivi proprio per impedire che i residui combusti di questi ultimi potessero “fissarsi” in modo irreversibile su questi filtri, diminuendone efficienza e durata.

Questi nuovi lubrificanti “puliti” rispondono a nuove specifiche, le ACEA C1,C2,C3,C4.

Quindi, se aggiungo al lubrificante un particolare additivo, nella fattispecie di tipo ceramico, chi mi garantisce che non possa creare i problemi sopracitati?

E’ vero che l’ autore di questo thread possiede un’ auto con motore a benzina, però ho voluto ugualmente esporre certi miei dubbi.
 
Registrato
5 Settembre 2017
Messaggi
22
Piaciuto
0
Età
31
Località
PAVIA
grazie a tutti per le risposte tecniche, ma vi posso dire che avevo gli stessi dubbi circa il fap dpf prima di usare gli additivi (a parte che ci sono quelli nuovi adatti per le auto con dpf) io li ho usati su 3 auto diesel e su tutte e 3 ho ottenuto una maggiore fluidità ed elasticità del motore, piu spunto consumi minori rumore minore, camminato sempre a tavoletta per più di 100mila km con ognuna di loro, anche con centralina su una, mai grippato rotto niente ansi diminuito il consumo di olio.. era giusto per precisare, non voglio contraddire le vostre teorie o quelle della tecnica sul miracoloso micrograffio all'interno del motore, ma onestamente da qui a dire che grippi un motore se usi l'additivo c'è ne vuole, anche perchè li usano migliaia di persone pure su ferrari lamborghini x6 si sarebbe saputo subito se facevano danno e sarebbe successo un casino assurdo finendo su tutti i giornali automobilistici! Ps il signore che mi ha venduto il primo che ho usato, è un ricambista e sono andato io a chiederlo, e mi ha detto che lo usa da una vita sulle sue auto da relly e sono ottimi;
 

BigToyota

TCI Top Member
Registrato
17 Ottobre 2011
Messaggi
3,674
Piaciuto
42
Località
Foggia
grazie a tutti per le risposte tecniche, ma vi posso dire che avevo gli stessi dubbi circa il fap dpf prima di usare gli additivi (a parte che ci sono quelli nuovi adatti per le auto con dpf) io li ho usati su 3 auto diesel e su tutte e 3 ho ottenuto una maggiore fluidità ed elasticità del motore, piu spunto consumi minori rumore minore, camminato sempre a tavoletta per più di 100mila km con ognuna di loro, anche con centralina su una, mai grippato rotto niente ansi diminuito il consumo di olio.. era giusto per precisare, non voglio contraddire le vostre teorie o quelle della tecnica sul miracoloso micrograffio all'interno del motore, ma onestamente da qui a dire che grippi un motore se usi l'additivo c'è ne vuole, anche perchè li usano migliaia di persone pure su ferrari lamborghini x6 si sarebbe saputo subito se facevano danno e sarebbe successo un casino assurdo finendo su tutti i giornali automobilistici! Ps il signore che mi ha venduto il primo che ho usato, è un ricambista e sono andato io a chiederlo, e mi ha detto che lo usa da una vita sulle sue auto da relly e sono ottimi;
Bene quindi era inutile chiedere consigli.
L'esperienza non è scienza nè tecnica.
Tutte le auto anche con l'olio d'oliva possono fare 100.000 km (si fa per dire) ma la tecnica è un'altra cosa.
Tutte le richieste tecniche si riducono all'esperienza, io lo sapevo già in partenza, tanto è vero che mi chiedevo dove fosse finito l'autore della domanda.
IL ricambista e le ditte che producono additivi, guardano i loro business.
E' normale

E non serve continuare a parlare con queste premesse.
I graffi (come li chiami tu) si chiamano microsolchi di lubrificazione a reticolo.
Una scienza meccanica ingegneristica difficilissima da produrre.
Una lavorazione del genere è determinata da levigatrici a diamante che costano milioni di euro.

I micron che mutano ...determinano variazioni della vita del motore...:rm_shifty
 

BigToyota

TCI Top Member
Registrato
17 Ottobre 2011
Messaggi
3,674
Piaciuto
42
Località
Foggia
grazie a tutti per le risposte tecniche, ma vi posso dire che avevo gli stessi dubbi circa il fap dpf prima di usare gli additivi (a parte che ci sono quelli nuovi adatti per le auto con dpf) io li ho usati su 3 auto diesel e su tutte e 3 ho ottenuto una maggiore fluidità ed elasticità del motore, piu spunto consumi minori rumore minore, camminato sempre a tavoletta per più di 100mila km con ognuna di loro, anche con centralina su una, mai grippato rotto niente ansi diminuito il consumo di olio.. era giusto per precisare, non voglio contraddire le vostre teorie o quelle della tecnica sul miracoloso micrograffio all'interno del motore, ma onestamente da qui a dire che grippi un motore se usi l'additivo c'è ne vuole, anche perchè li usano migliaia di persone pure su ferrari lamborghini x6 si sarebbe saputo subito se facevano danno e sarebbe successo un casino assurdo finendo su tutti i giornali automobilistici! Ps il signore che mi ha venduto il primo che ho usato, è un ricambista e sono andato io a chiederlo, e mi ha detto che lo usa da una vita sulle sue auto da relly e sono ottimi;
E la maggior parte dei ricambisti non capiscono niente di tecnica
 

Calos87

TCI Member
Registrato
5 Settembre 2017
Messaggi
22
Piaciuto
0
Età
31
Località
PAVIA
E la maggior parte dei ricambisti non capiscono niente di tecnica
ma capiscono molto di esperienza pratica; :wink_smil non voglio fare polemica, fanno dei test pure sui tir e ci fanno centinaia di km dopo aver usato il prodotto senza un filo d'olio, e su auto con l'acqua al posto dell'olio; la lievigatura di cui parlate, magari non viene nemmeno intaccata dal prodotto, perchè si attacca solo dove ci sono parti in sfregamento e non ovunque; bo cmq che io ho la mia idea è chiaro, se chiedevo era solo per capire se qualcuno aveva già provato di questi prodotti su un ibrida per vedere se effettivamente anche qui dava benefici tutto qua, grazie per la spiegazione tecnica cmq.
 

Stefano1173

TCI Junior Member
Registrato
4 Giugno 2017
Messaggi
6
Piaciuto
0
Età
45
Località
Cagliari
Il problema non è se l’additivo se funziona o no.... ma un banale liquido che non porta nessun giovamento meccanico ma solo psicologico ? Mah..


Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk
 
Registrato
7 Febbraio 2019
Messaggi
1
Piaciuto
0
Età
60
Località
Savona
Salve a tutti, qualcuno ha mai usato additivi ceramici nell olio del motore di un ibrida? io l'ho usato varie volte su diverse diesel e in effetti ho sempre riscontrato una fluidità di marcia superiore in rilascio, piu prontezza in accelerazione e consumi di 1,5km al litro in più.... non credo ci siano problemi visto che si possono usare con qualsiasi motore, ma non avendo mai avuto un ibrida non vorrei far casini...
Io l'ho sempre usato sia nelle auto che nelle moto che ho avuto e mi sono trovato benissimo, con la rav4 d4d che avevo prima ho fatto 236000 km senza problemi e con un consumo carburante ridotto di 1 km litro, io uso il syntoflon, è a base di molecole di teflon
 
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
3
Piaciuto
0
Località
ROMA
Sulle auto ibride non ho esperienza. Io ho usato diverse volte il syntoflon e mi sono sempre trovato bene (sia auto a benzina, sia diesel). Tutti gli oli sintetici moderni sono già additivati di fabbrica con additivi, a secondo delle marche ognuno ha la sua ricetta magica. Infatti i motori attuali non potrebbero proprio funzionare con lubrificante che fosse solo olio. Ricordiamoci che il lubrificante è un sistema fisico (in fase liquida o solida) che è capace di sostituire gli attriti tra due superifi virtualmente a contatto con il proprio attrito interno.. Affinchè ciò sia possibile ci deve essere tra le due superficie sempre un sottilissimo strato di lubrificante, il cosidetto meato. Quindi l'olio lubrificante ha come funzionare primaria proprio quella di evitare i contatti diretti metallo/metallo nel motore e quindi il meato deve avere uno spessore minimo sempre maggiore delle rugosità tipiche delle superficie. Il problema adesso nasce dal fatto che la precisione dei moderni motori ha portato ad una drastica riduzione delle tolleranze negli accoppiamenti ed ha superfici metalliche con finiture sempre più spinte (leggi bassissime rugosità..). Quindi la funzione degli additivi è proprio quella di migliorare l'adesione dell'olio alle superficie metalliche, anche in condizioni di meati sottilissimi (siamo sull'ordine del micron o meno...).... Premesso ciò, l'additivo aggiunto non fa miracoli e certo non è in grado di curare motori malandati o rovinati, ma sicuramente se usato ad intervalli regolari e non troppo spesso, aumenta la longevità del motore e riduce, anche se di poco, il consumo. L'imporatante è che gli additivi usati siano di ottima qualità e sopratutto siano aggiunti solo dopo aver eseguito il cosidetto flush dell'olio motore. Altrimenti sono del tutto inutili. Infine anche l'olio motore deve essere di ottima qualità e corrispondente alla specifica richiesta dal veicolo.
 
Alto